Le gioie dell’insegnamento quarantatreesima

Interrogazioni

di Marika Marianello

vinto

Allora, il gioco della scuola prevede che voi studenti bifolchi e incolti dimostriate la vostra intelligenza e le competenze acquisite durante l’anno attraverso dei compiti scritti e delle interrogazioni orali. Una specie di Trivial Pursuit o Chi vuol essere milionario in cui i candidati, ovvero voi, misurano le proprie abilità in domande di cultura generale e, per quanto ci riguarda, nella fattispecie, di Lingua e civiltà spagnola. Tutto ciò soprattutto in previsione degli scrutini di giugno, quel non-luogo dove le persone hanno la flessibilità dei blocchi di pietra, parlano fitto fitto con il vicino di posto, si sventagliano accaldati e accaldate, si autonarrano, ti guardano male se tiri le palline di carta o fai la cerbottana, dove il caffè fa schifo e sopravvive la politica del marchio dell’infamia e del pollice verso.

¿Qué me cuentas sobre el poema de Quevedo?

Profe, io davanti l’arte resto senza parole.

Ah, pobrecito… ¿sufres el síndrome de Stendhal?

No, Profe, è proprio ‘na roba tutta mia.

 

¿Qué es la Patagonia?

Una marca de giacchetti.

 

¿Qué es el quechua?

Una marca de roba mezzo economica che se trova da Decathlon.

 

¿Quién es Cervantes?

Un cantantes!

 

¿Y el Don Quijote?

Un coyote!

 

¿Y Sancho Panza?

Ah Profe, lo dice il nome stesso.

¡Bien! E quindi?

Un personaje de sostanza!

E come contraddirti, d’altronde…

 

¿Qué es una metafora?

Posso farle un esempio?

Vale, está bien.

“Lui è uno stronzo”.

E tu un poeta…

 

¿Qué es una sinécdoque?

La parte por el todo.

¡Muy bien! ¿Un ejemplo?

“Lui è un cojone”.

E tu un genio…

 

¿Qué quiere decir hazaña?

Lasagna!

Ancora! È la quarta volta in una settimana! Una hazaña è un’impresa eroica!

Be’ Profe, pure a lasagna che fa mi’ nonna è un’impresa eroica!

 

¿Qué es una Comunidad Autónoma?

Un posto in Spagna dove si possono fare le canne.

 

Profe, oggi è bellissima!

Cosa non faresti pur di passare l’anno tu, eh?

¡Nada, Profe, non farei nada, per usare una litote, come dice Lei! Anzi: c’è qualcos’altro che posso fare para Usted? Tipo, che so: portarle i libri, offrirle un bel caffè annacquato alla macchinetta o una pizzetta coi wurstel fresca de scatolone o farle i complimenti ogni mattina o sedere immobile e muto al primo banco con aria interessata e partecipativa alla lezione e annuire ininterrottamente…?

Scartare il libro che hai comprato a settembre no?

Ci ha ancora il cellophane, Profe: pensavo di rivendermelo al 75% del prezzo di copertina…

 

Profe, ma lei avrà misericordia di noi agli scrutini?

Ti sembro forse Maria Teresa di Calcutta?

No, effettivamente somiglia più a Padre Pio.

 

Profe, ce la mette Despacito?

Ahò, ma per chi m’avete preso?!? Per un DJ sfigato di mezza estate?!?

 

Profe, anche oggi è bellissima. Ha fatto qualcosa ai capelli?

Sì, li ho lavati.

 

Profe, oggi sembra più giovane: pensi l’ho scambiata per una del IIIb.

Sì, certo. Ti interrogo lo stesso però.

 

Profe, posso uscire per andare in bagno e non tornare mai più?

Che ci hai il cagotto?

No, Profe, ci ho un problema.

E che problema ci hai?

Lo psicologo lo chiama disagio adolescenziale. Io dico che me so’ popo rotto er cazzo de sta’ in classe.

Ti capisco, sai, abbiamo più o meno lo stesso problema: io, però, a differenza di te, me so rotta er cazzo er cazzo er cazzo.

milionario

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...