CAPACE INCAPACE N-CAPACE

Viaggio da una bottiglia al mare, partendo dal film di Eleonora Danco

di Caterina Venturini

ncapaca

Ci sono fatti che fanno meno rumore di altri.

Chissà quando è successo che l’aggettivo “capace” dall’originale significato di spazioso (capax dal verbo latino căpere: “che prende” e dunque che può contenere qualcosa: es. capacità di una bottiglia), è passato a significare prevalentemente l’“essere in grado” (dal tardo latino capire derivato sempre da căpere) privilegiando il significato figurato e derivativo: so contenere, accogliere nel mio spazio dunque sono capace. Continua a leggere “CAPACE INCAPACE N-CAPACE”

Annunci

La politica non c’entra niente

Una lettura di Prossima Fermata. Una storia per Renato,  graphic novel di Zero Calcare/Erre Push, Kairos, 2016 (pp. 79).

di CattiveMaestre

copertinaProssima fermata. Una storia per Renato è il graphic novel di Zerocalcare ed Erre Push pubblicato da Kairos per la campagna “Io non dimentico”, in occasione del decennale della morte di Renato Biagetti a opera di due giovani fascisti.

Il fumetto ha come protagonista un prof di storia, e questo ci basta a pensare che ci riguardi da vicino. Quel prof sta correndo a scuola, una scuola che potrebbe essere la nostra; è in ritardo a una riunione con un gruppo di madri, che potrebbero essere le madri dei nostri alunni, ed è sicuro di adempiere un normale dovere lavorativo, come potrebbe capitare a chiunque di noi. Nel vagone affollato incontra una vecchietta, una qualsiasi, la nostra vicina di casa, magari; di colpo la metro rallenta e, inspiegabilmente, arrivano le tenebre: i passeggeri si tramutano in struzzi, col sedere ben in alto e la testa china sullo schermo del loro smartphone. E allora la vecchietta, aprendosi il passo determinata tra i pavidi volatili, conduce il prof attraverso un viaggio che lo vedrà sempre più attonito e stupefatto. Continua a leggere “La politica non c’entra niente”

L’anno breve di Caterina Venturini, cattiva maestra

Esce il romanzo di una cattiva maestra su una cattiva maestra e la sua esperienza in un liceo di ospedale. Un’ottima occasione letteraria per riflettere sulla scuola e sui docenti.

cattivamaestra yellow e Marta Di Cola di Scosse 
lanno-breve-659x311
L’anno breve, Caterina Venturini. Rizzoli Editore, pag 358.

Ida Ragone è una docente precaria di Lettere. In un settembre qualsiasi sceglie una supplenza annuale in una scuola-ospedale senza molta consapevolezza ma decisa a rimanere in città anziché spendere il suo anno scolastico in impossibili andirivieni dalla capitale verso un paesello mal collegato e lontano. Le sue classi sono composte di un solo allievo per volta, le sue aule sono luoghi improvvisati come sale visita dell’ospedale, mense adibite velocemente all’uso, corsie d’ospedale. Continua a leggere “L’anno breve di Caterina Venturini, cattiva maestra”