Le gioie dell’insegnamento settantantottesima

T’è caduto il fumo

di Marika Marianello

ZeroDroga

Rossecci*, ti è caduta la mutanda delle sigarette con dentro il fumo: sì, lì, proprio sopra il banco. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento settantantottesima”

Annunci

Le gioie dell’insegnamento settantaquattresima

Un giorno tutto questo

di Marika Marianello

Un giorno tutto questo.jpg

Ah Prof, ma l’ultimo libro che ho letto risale a un botto di tempo fa, forse alla quinta elementare o alla prima media o giù di lì… boh qualcosa che parlava di pirati e tesori, ma mi ricordo che non lo avevo manco finito ché non je la facevo più: tanto ormai avevo imparato a legge’… Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento settantaquattresima”

Le gioie dell’insegnamento settantunesima

L’orario scolastico

di Marika Marianello

lunes-beatle

Quella suddivisione delle lezioni, delle classi, delle ore, delle materie, degli studenti, dei docenti, in funzione del numero di aule agibili, della creazione di gruppi e progetti di alternanza, della disponibilità dei laboratori, del numero di cattedre vacanti, spezzoni e affini, della grandezza del plesso, dei desiderata del professore che viene da lontano o della professoressa che la mattina ha bisogno di più tempo, oppure che vorrebbe cominciare la settimana di martedì o terminarla di giovedì perché è pendolare, oppure che preferisce le prime ore piuttosto che le ultime o viceversa. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento settantunesima”

Le gioie dell’insegnamento sessantanovesima

La scuola cinica

di Marika Marianello

 

 

Buongiorno Professoressa, sono la rappresentante dei genitori.

Ma perché alle Superiori ancora i rappresentanti dei genitori ci sono?!?

No infatti io sono l’unica, mi rappresento da sola.

Lei è la mamma di…?

Mario, sono la mamma di Mario.

Ah Mario: quello che si fa le pippette in classe? Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento sessantanovesima”

Le gioie dell’insegnamento sessantottesima

Il bastione grammaticale

di Marika Marianello

bagher.jpg

A Prof, ma che palle, io non sono capace!

Non lo hai neanche guardato! Che vuol dire che non sei capace?

Che non lo so fare!

Che vuol dire che non lo sai fare?

Che non sono capace!

A fare cosa?

Come cosa? Questo!

Questo, cosa?

Questo! Questo! Questo compito di merda! Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento sessantottesima”

Le gioie dell’insegnamento cinquantaduesima

Impunita a scuola

di Marika Marianello

impunita

Adulti lo si è una volta per tutti: un triste giorno ti svegli e sei adulta, non sei più bambina. Lo ricordi bene quando è accaduto a te, quale sia stato il fatidico momento in cui si è innescato e avviato quel processo di maturazione che ti ha portato fuori dall’incubazione dell’eterno presente. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento cinquantaduesima”

Le gioie dell’insegnamento cinquantunesima

La dura legge della compensazione

di Marika Marianello

image

Vista la Gioia della scorsa settimana — un po’ cattivella, devi ammetterlo, ma che mostro sei?!? — hai deciso di correre ai ripari, prima che la Dirigente si accorga del Blog e ti sospenda per ora e sempre dalla tua missione all’insegnamento della materia che risponde al pratico nome di: Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado (SPAGNOLO). D’altronde, mica si trattano così dei ragazzi e delle ragazze in piena crisi adolescenziale: non sai mai cosa abbiano vissuto o stiano vivendo quelle dolci creature incolte che ai tuoi occhi appaiono così immonde e irrecuperabili. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento cinquantunesima”

Le gioie dell’insegnamento cinquantesima

Discorso inaugurale

di Marika Marianello

Full Metal

Tu, al tuo primo giorno nella nuova scuola, come da copione e dall’alto della tua esperienza, sai che la prima lezione è dedicata ai convenevoli e alle presentazioni di circostanza. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento cinquantesima”

Le gioie dell’insegnamento quarantanovesima

La presa di servizio

di Marika Marianello

Tiger man

«Chi è l’ultimo?»

È la domanda spontanea e d’obbligo quando entri nella saletta d’aspetto antistante alla segreteria, quella riservata ai fumatori di straforo. Come in fila dal dottore di famiglia o al fornaio di fiducia o al reparto gastronomia del supermercato. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento quarantanovesima”

Le gioie dell’insegnamento quarantatreesima

Interrogazioni

di Marika Marianello

vinto

Allora, il gioco della scuola prevede che voi studenti bifolchi e incolti dimostriate la vostra intelligenza e le competenze acquisite durante l’anno attraverso dei compiti scritti e delle interrogazioni orali. Una specie di Trivial Pursuit o Chi vuol essere milionario in cui i candidati, ovvero voi, misurano le proprie abilità in domande di cultura generale e, per quanto ci riguarda, nella fattispecie, di Lingua e civiltà spagnola. Tutto ciò soprattutto in previsione degli scrutini di giugno, quel non-luogo dove le persone hanno la flessibilità dei blocchi di pietra, parlano fitto fitto con il vicino di posto, si sventagliano accaldati e accaldate, si autonarrano, ti guardano male se tiri le palline di carta o fai la cerbottana, dove il caffè fa schifo e sopravvive la politica del marchio dell’infamia e del pollice verso. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento quarantatreesima”