Scienziate di ieri e di oggi, in corsa tra stereotipi, pregiudizi di genere e Nobel negati

rosalind-franklin-768x480_creditsmentalfloss
Rosalind Franklin

Oggi 11 febbraio si celebra la Giornata Internazionale per le donne e le ragazze nella scienza, istituita dalle Nazioni Unite, per favorire parità di accesso e partecipazione nella scienza e andare verso una maggiore emancipazione femminile.Eppure la presenza di donne che hanno contribuito al sapere scientifico resta un fatto tutt’oggi poco noto, e poco raccontati sono gli ostacoli che molte scienziate hanno incontrato e l’oblio in cui sono cadute, all’ombra di uomini che si sono presi tutti i meriti e i riconoscimenti. Continua a leggere “Scienziate di ieri e di oggi, in corsa tra stereotipi, pregiudizi di genere e Nobel negati”

Dispositivo della promessa a scuola e sindacalismo sociale

Intervento delle cattivemaestre a Livre 2016

vintage-teacher1Al mercato delle illusioni[1] e Sindacalismo sociale[1] rappresentano due testi particolarmente utili per muoverci in questa fase politica confusa e hanno avuto la fortuna e chiaramente il merito di rivivere una nuova attualità alla luce di due recentissimi fatti politici: da un lato il referendum del 4 dicembre scorso, dall’altro l’appuntamento dello sciopero internazionale delle donne lanciato per l’8 marzo. Due eventi profondamente diversi che ci consentono di riconsiderare le tesi, le intuizioni, le proposte politiche contenute in questi testi. Continua a leggere “Dispositivo della promessa a scuola e sindacalismo sociale”

Quale scuola contro la violenza e gli stereotipi di genere?

15202770_1282535401809479_7332680466591126740_nPerché è importante che il mondo della scuola scenda in piazza il 26 Novembre a Roma, in occasione della Manifestazione Nazionale contro la violenza maschile sulle donne?

Questa è la domanda con cui abbiamo voluto sollecitare docenti, genitori, educatori ed educatrici, studentesse e studenti a prendere parte alla mobilitazione. Domanda alla quale abbiamo provato a rispondere in un video che racconta, attraverso brevi frasi, quanto ancora la violenza di genere sia fortemente presente e strutturata tra i banchi e le pareti delle nostre scuole. Continua a leggere “Quale scuola contro la violenza e gli stereotipi di genere?”

Le gioie dell’insegnamento ventisettesima

Il primo giorno dopo le vacanze

di Marika Marianello

bad_teacherBuongiorno ragazzi, sono la vostra supplente nomina annuale jolly potenziata, conto meno della portiera e sono tornata l’altro ieri dopo sei mesi di Sudamerica, quindi tenetevi i vostri berretti e ciancicate pure le vostre Big Babol panna e fragola ché io non ho alcuna intenzione di togliermi né gli occhiali da sole né le hawaianas. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ventisettesima”

Cronache da dietro la cattedra


Le Cattive Maestre alla III edizione di Educare alle Differenze.

Bologna 24 e 25 settembre 2016.

fb_img_1475672325288.jpg

In prima battuta vogliamo ringraziare le tre associazioni che si sono fatte carico di organizzare questa preziosa occasione formativa: Scosse, Progetto Alice e Stonewall. È stata, come già le due edizioni precedenti, un’esperienza estremamente arricchente. Tuttavia, questa ha avuto per noi un significato più profondo perché le organizzatrici ci hanno chiesto di partecipare con un laboratorio preparato da noi Cattive Maestre. Continua a leggere “Cronache da dietro la cattedra”

Le gioie dell’insegnamento tredicesima

Precarietà settembrina

di Marika Marianello

mainagioiaTi accorgi che la scuola è iniziata dal traffico mattutino nel quartiere, dalle foto dei figli dei tuoi amici e parenti col grembiulino su FB, dal clima che cambia all’improvviso liquidando gli ultimi scampoli di un’estate passata sui libri in un violento nubifragio e, soprattutto, dalle e-mail del tuo tant’amato Ministero che gentilmente ti invita a presentarti a scuola per una supplenza FINO A NOMINA AVENTE DIRITTO. Capital letters, nel caso ti facessi illusioni. Tutto il resto è libera professione, disoccupazione, concorso e flessibilità. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento tredicesima”

L’asilo nel bosco a Lanuvio

di Valentina Caracuta e Simone di Monte

20151112_123833Qualche anno fa cominciò a circolare nel web l’immagine di un cartello di legno in mezzo agli alberi su cui era scritto: “in questo piccolo pezzo di mondo non è vietato giocare a palla, saltare sulle balle, salire sugli alberi, ridere a crepapelle, sporcarsi, giocare con l’acqua, urlare di gioia, andare nelle pozzanghere”.
Con questo manifesto di libertà si diffondeva la notizia dell’apertura dell’Asilo nel Bosco di Ostia, un’esperienza ispirata agli asili nel bosco europei e riadattata al contesto locale. Continua a leggere “L’asilo nel bosco a Lanuvio”