Le gioie dell’insegnamento ottantatreesima

Ancelle ribelli

di Marika Marianello

ancelle

«Ma lo sai dove ti ho visto?»

Questa è la domanda che ogni volta che ti rivolgono a scuola, siano studenti o colleghi o collaboratori, ti tremano le gambe, cominci a sudare freddo, ti scorre la vita davanti, nella fattispecie la vita degli ultimi giorni: passi in rassegna tutte le pose o gli atteggiamenti o le versioni compromettenti della tua esistenza che, ignara, nel mondo reale o in quello virtuale, hai candidamente assunto. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ottantatreesima”

Annunci

Lotto Marzo Sciopero globale delle donne – Lettera alla Ministra Fedeli

483Egregia Ministra Valeria Fedeli,
nella giornata di oggi, milioni di donne di oltre cinquanta Paesi del mondo stanno scioperando contro la violenza maschile. Come saprà, nel nostro Paese, si conta (Istat 2014) che circa 6,8 milioni di donne hanno subito violenze maschili almeno una volta nella loro vita. Converrà con noi che si tratta di un dato allarmante, che contrasta con quella facile retorica di chi, in questi anni, ha sostenuto un presunto raggiungimento di una definitiva emancipazione femminile dalle più arcaiche condizioni di dominio. Continua a leggere “Lotto Marzo Sciopero globale delle donne – Lettera alla Ministra Fedeli”

Le gioie dell’insegnamento trentacinquesima

Verso l’8 marzo

di Marika Marianello

maitena_niunamenos2

La decostruzione degli stereotipi di genere è un lavoro lungo, faticoso e spesso — molto spesso — frustante, e in questo percorso, lo si voglia o no, si inserisce la scuola, sì, quella struttura 3-16 anni che si occupa di formare cittadini e cittadine. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento trentacinquesima”

Scienziate di ieri e di oggi, in corsa tra stereotipi, pregiudizi di genere e Nobel negati

rosalind-franklin-768x480_creditsmentalfloss
Rosalind Franklin

Oggi 11 febbraio si celebra la Giornata Internazionale per le donne e le ragazze nella scienza, istituita dalle Nazioni Unite, per favorire parità di accesso e partecipazione nella scienza e andare verso una maggiore emancipazione femminile.Eppure la presenza di donne che hanno contribuito al sapere scientifico resta un fatto tutt’oggi poco noto, e poco raccontati sono gli ostacoli che molte scienziate hanno incontrato e l’oblio in cui sono cadute, all’ombra di uomini che si sono presi tutti i meriti e i riconoscimenti. Continua a leggere “Scienziate di ieri e di oggi, in corsa tra stereotipi, pregiudizi di genere e Nobel negati”

Quale scuola contro la violenza e gli stereotipi di genere?

15202770_1282535401809479_7332680466591126740_nPerché è importante che il mondo della scuola scenda in piazza il 26 Novembre a Roma, in occasione della Manifestazione Nazionale contro la violenza maschile sulle donne?

Questa è la domanda con cui abbiamo voluto sollecitare docenti, genitori, educatori ed educatrici, studentesse e studenti a prendere parte alla mobilitazione. Domanda alla quale abbiamo provato a rispondere in un video che racconta, attraverso brevi frasi, quanto ancora la violenza di genere sia fortemente presente e strutturata tra i banchi e le pareti delle nostre scuole. Continua a leggere “Quale scuola contro la violenza e gli stereotipi di genere?”

26N manifestazione nazionale contro la violenza maschile sulle donne

Le cattivemaestre ci saranno

Perché la violenza sulle donne si combatte a partire dai banchi di scuola, promuovendo saperi e pratiche educative che decostruiscano gli stereotipi di genere e mettano in discussione la cultura sessista e omofoba.

Perché in quanto docenti donne rifiutiamo l’associazione a un immaginario che ci vede materne e pronte al sacrificio. Siamo lavoratrici, professioniste dell’educazione, ed in quanto tali esigiamo diritti.

Con questo video invitiamo tutto il mondo della scuola – insegnanti, educatrici e educatori, studentesse e studenti, genitori – a scendere in piazza e partecipare a questa mobilitazione.

La violenza di genere riguarda tutte e tutti!