Le gioie dell’insegnamento cinquantunesima

La dura legge della compensazione

di Marika Marianello

image

Vista la Gioia della scorsa settimana — un po’ cattivella, devi ammetterlo, ma che mostro sei?!? — hai deciso di correre ai ripari, prima che la Dirigente si accorga del Blog e ti sospenda per ora e sempre dalla tua missione all’insegnamento della materia che risponde al pratico nome di: Lingue e culture straniere negli istituti di istruzione secondaria di II grado (SPAGNOLO). D’altronde, mica si trattano così dei ragazzi e delle ragazze in piena crisi adolescenziale: non sai mai cosa abbiano vissuto o stiano vivendo quelle dolci creature incolte che ai tuoi occhi appaiono così immonde e irrecuperabili. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento cinquantunesima”

Annunci

Le gioie dell’insegnamento quarantaquattresima

L’ultima settimana di scuola

di Marika Marianello

ultimo

Quando il tempo sembra scorrere denso come un magma verso la Valle del Bove, gli uccellini hanno il canto morto nell’ugola e le anime si disperano immobili nel Limbo del recupero del non recupero delle carenze non recuperate.

E tu sei lì che annaspi, nella successione infinita di tempi siderali incommensurabili, di tempi morti e sepolti, di istanti eterni che lasciano intravedere una fioca luce all’orizzonte ma che si allontana e si rimpicciolisce a poco a poco che ti avvicini, disperata. Come il Cuppolone de’ via Piccolomini, che fugge via. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento quarantaquattresima”

Le gioie dell’insegnamento trentaquattresima

L’ammissione all’esame d’immaturità

di Marika Marianello

prof-lettere

Se fino ad oggi per essere ammessi al fatidico esame di maturità, quello che ha fatidicamente segnato, nel Bene e nel Male, gli uomini e le donne di ieri e di oggi e che continuerà a farlo nei secoli dei secoli, era necessario avere almeno la sufficienza in tutte le materie, dal 2018 basterà sfoggiare la media del 6, voto di condotta compreso, tenendo conto che il voto in condotta è tendenzialmente inferiore o pari al 7 giusto se l’alunno o l’alunna in questione è un serial killer che ha ammazzato almeno un paio di insegnanti durante la ricreazione. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento trentaquattresima”

Le gioie dell’insegnamento trentatreesima

Note disciplinari

di Marika Marianello

frida

La ragazza rampante si attacca ripetutamente ai lampadari di scuola e non vuole scendere neanche al suono della campanella.

L’alunno mangia la carbonara in classe senza pecorino.

Il ragazzo assume atteggiamenti da picaro nei confronti della docente la quale risponde a tono con gancio e martello. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento trentatreesima”

Le gioie dell’insegnamento venticinquesima -bis

Gli studenti (seconda parte)

di Marika Marianello

sheldon

Nella prima parte della Gioia hai introdotto un argomento imprescindibile per il discorso della e sulla Patria, imperativo per l’Istituzione Scolastica, per il Ministero della (D-)Istruzione, per le grandi e piccole Riforme, populiste, gentili o elitarie che siano,  quelle che negli ultimi decenni si sono saggiamente avvicendate con il nobile e sacro intento di smantellare, a poco a poco, la scuola pubblica. Un argomento che vuoi o non vuoi è una delle principali fonti di Gioia per l’insegnante vocata, devota, sfigata e precaria che sei: gli studenti, con tutti i loro vezzi, pregi e difetti.  Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento venticinquesima -bis”

Le gioie dell’insegnamento venticinquesima

Gli studenti (prima parte)

di Marika Marianello

hooligans

Partendo dalle innegabili, indiscutibili, incontrastabili e inoppugnabili verità che ogni generalizzazione muore nella morsa della sua stessa invalidità, che i luoghi comuni hanno l’applicabilità di un teorema infondato e che ogni scarafone è bello a mamma soja, e tenendo conto che ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale e che la scuola pubblica è un fuoco sacro dove ognuno di noi ha bruciato per un minimo di otto anni e un massimo di quindici/venti, e che non sei una psicologa né tantomeno un’assistente sociale ma solo una personcina a modo, sensibile ed educata, semmai con un qualche vezzo ironico di troppo, hai ben chiaro che non puoi parlare delle gioie che l’insegnamento ti regala a profusione ogni singolo giorno della tua umile esistenza da supplente precaria senza parlare di loro, la ragion d’essere dell’istituzione scolastica, obiettivo delle riforme e di ogni unità didattica: gli studenti. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento venticinquesima”

Le gioie dell’insegnamento ventiquattresima

Le risposte

di Marika Marianello

gogirl

Nella precedente Gioia hai stilato una utilissima lista delle FAQ in classe, quelle che, lo ripeteremo, accarezzano il tuo ego e accrescono la tua autostima di insegnante alle prime armi, in quanto si tratta di domande che denotano in maniera chiara e lampante quanto la curiosità degli studenti sia a ragione stimolata dalla tua incommensurabile conoscenza wikipediana. Bene. Oggi, le risposte: Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ventiquattresima”

Le gioie dell’insegnamento ventitreesima

Le FAQ

di Marika Marianello

faq

In ordine di frequenza stilerai ora una breve ma significativa lista delle FAQ during your English lessons: ovvero quelle FAQUING Questions che accarezzano il tuo ego e accrescono la tua autostima di insegnante alle prime armi. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ventitreesima”

Le gioie dell’insegnamento ventunesima

Test d’ingresso

di Marika Marianello

5074241_orig.gif

Ci siamo: la pressione delle valutazioni comincia a farsi sentire. Non ti hanno chiamato ad insegnare, ma a valutare. Qualcuno valuterà te, d’altronde, ti stanno già valutando a tua volta, ti hanno già valutato, è una vita che non fanno altro che valutarti, mortacci loro. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ventunesima”

Le gioie dell’insegnamento ventesima

Stink

di Marika Marianello

maschera-a-gas

Buongiorno ragazzi. Ma… ma cos’è quest’aria pesante qua dentro?

Sc-scusi Pressore’, s-so io c-che me piottano l’ascelle da stamattina: m-m’hanno detto che so’ l-l’ormoni. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ventesima”