Le gioie dell’insegnamento novantesima

Studenti

di Marika Marianello

albero

Si sta come
d’inverno
sui banchi
gli studenti

Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento novantesima”

Annunci

Le gioie dell’insegnamento ottantanovesima

Utopie e distopie

di Marika Marianello

ESCHER-Giorno-e-Notte

Visto che a giudicare dall’ultima Gioia sembrava ti rodesse parecchio il chiccherone — forse perché alla fine, è inutile nasconderlo, gli edifici scolastici, come qualsiasi altro banalissimo ambiente di lavoro, non sono esenti da becere dinamiche di rivalità, competizione, sabotaggio e nonnismo della più squallida specie — sarebbe il caso di tracciare un panorama non dico positivo, ma quanto meno ottimista, altrimenti poi le amiche ti chiamano preoccupate per chiederti A Magika, ma che cazzo è successo?! Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ottantanovesima”

Le gioie dell’insegnamento ottantottesima

Giovinezza

di Marika Marianello

beverlyinps

Senti collega, visto che sei giovane e impreparata, dall’alto della mia vetusta e consolidata esperienza centenaria di docente entrata di ruolo durante l’era protozoica, posso darti un consiglio su come devi procedere? Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ottantottesima”

Le gioie dell’insegnamento ottantasettesima

Reclutamento ASL

di Marika Marianello

precario.jpg

Ragazzi e ragazze, siamo qui oggi, nel vostro rinomato Liceo, invitati dai vostri gentili professori, al fine di reclutarvi per il nostro vincente progetto di Alternanza Scuola Lavoro. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ottantasettesima”

Le gioie dell’insegnamento ottantaseiesima

L’autogestione

di Marika Marianello

scuola-autogestita

L’autogestione studentesca, di cui ognuno ha un’opinione non sempre e non troppo formata e un ricordo quanto meno vago e invaghito dal filtro nostalgico, è una forma di protesta attiva mediante la quale gli studenti si prefiggono di gestire la didattica autonomamente, in alternativa ai programmi cosiddetti tradizionali. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ottantaseiesima”

Le gioie dell’insegnamento ottantacinquesima

La Befana vien di notte…

di Marika Marianello

monnezza.jpeg

…insieme all’attacco di panico dovuto all’ansia dell’ultimo giorno di vacanza, portatrice di soffocante angoscia all’idea di dover varcare di nuovo la soglia della morte sensoriale sotto lo sguardo inquisitorio e dominante del Dirigente che da sotto la gobba ti benedice al tuo ingresso, e di incontrare colleghi e colleghe in sala professori che ti accolgono a braccia aperte gridando in coro Buon anno a te e a famiglia. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ottantacinquesima”

Le gioie dell’insegnamento ottantaquattresima

Scuole sicure

di Marika Marianello

Non sono una Signora

Ma perché che fastidio vi danno le guardie a scuola?

So’ ’na merda. Dovrebbero essere i primi protagonisti quando si parla di criminalità, e invece se riducono a comparsate, prediligono le situazioni minori, quelle di comodo, come in ufficio, dove ognuno si preoccupa di svolgere la mansione più semplice e lascia il lavoro grosso a qualcun altro, ma intanto si assicura lo stipendio. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ottantaquattresima”

Le gioie dell’insegnamento ottantatreesima

Ancelle ribelli

di Marika Marianello

ancelle

«Ma lo sai dove ti ho visto?»

Questa è la domanda che ogni volta che ti rivolgono a scuola, siano studenti o colleghi o collaboratori, ti tremano le gambe, cominci a sudare freddo, ti scorre la vita davanti, nella fattispecie la vita degli ultimi giorni: passi in rassegna tutte le pose o gli atteggiamenti o le versioni compromettenti della tua esistenza che, ignara, nel mondo reale o in quello virtuale, hai candidamente assunto. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ottantatreesima”

Le gioie dell’insegnamento ottantaduesima

Il sostegno

di Marika Marianello

dormire.jpeg

Quando ti ritrovi a vivere la scuola, non dalla prospettiva rialzata e centripeta della cattedra, come ti eri a fatica abituata in questi ultimi anni di trincea, ma dai banchi, di nuovo, seduta accanto al ragazzo che si suppone tu debba sostenere; Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ottantaduesima”

Le gioie dell’insegnamento ottantunesima

Quando l’arbitro fischia la fine

di Marika Marianello

maturando

Sostenere quello che oggi si chiama Esame di Stato conclusivo del corso di studio di istruzione secondaria superiore, più comunemente noto come il caro, vecchio e fatidico esame di Maturità — o d’im-Maturità? — è l’incubo più ricorrente di insegnanti e studenti. Rappresenta, si sa, un rito iniziatico a tutti gli effetti, un rito di passaggio che si lascia dietro gli anni della grande bellezza segnando implacabile l’ingresso nell’età adulta; che distingue un prima e un dopo nella vita di ogni diplomato e circoscrive una zona di frontiera duramente marcata dall’immane sforzo di diventare grandi, attraversata la quale di solito c’è l’università, il lavoro o il baratro dell’horror vacui. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento ottantunesima”