Le gioie dell’insegnamento sessantaquattresima

Il fattone

di Marika Marianello

fattone

Dennis è il secondo di tre figli, ha 16 anni e due genitori giovani e affabili che appena hanno potuto sono venuti a parlare con te, tenendosi per mano e mostrando un’amichevole cordialità nei tuoi confronti, un raro affiatamento matrimoniale e una sincera preoccupazione per il figlio adolescente, “scansafatiche” e “problematico”. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento sessantaquattresima”

Annunci

Le gioie dell’insegnamento sessantatreesima

La prima ora

di Marika Marianello

MOKA

Quando ti svegli col buio, fuoriesci dal piumone e rotoli giù dal letto prim’ancora che suoni la maledetta sveglia dalla musichetta orticante, fai pit stop al bagno e ti dirigi lemme lemme in cucina puntando già dal corridoio la tua cara vecchia moka da uno. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento sessantatreesima”

Le gioie dell’insegnamento sessantaduesima

La settima ora

di Marika Marianello

scimmie

Quando, ingenua, pensavi che il fondo del barile lo avessi toccato con la sesta ora nell’amena periferia romana dei Ponti e non sapevi che invece c’era ancora parecchio da raschiare, almeno fino alla settima ora dell’Istituto Tecnico e Professionale nella periferia della periferia. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento sessantaduesima”

Le gioie dell’insegnamento sessantunesima

Inserimento voti Primo Quadrimestre

di Marika Marianello

spada di damocle zero (3).jpg

Quando non funziona AXIOS e tu devi inserire i voti di ciascuno dei tuoi spettabilissimi studenti, 118 anime, due voti a capoccia, voto più voto meno, entro la mezzanotte, momento in cui il tuo computer si trasformerà placidamente in una zucca marcia, il tuo mouse in una scarpetta di cristallo con la suola sporca di cacca secca di cammello e la tua Dirigente in un mostro marino biblico dall’alito di un drago. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento sessantunesima”

Le gioie dell’insegnamento sessantesima

Ricevimenti

di Marika Marianello

ricevimento.jpg

Non finiscono mai: peggio che dal dottore di famiglia, file interminabili di genitori, zii, nonni e tutor che aspettano con l’ansia agguerrita di chi sa che sta per ascoltare cose mirabolanti, portentose e miracolose sui loro pargoli, inondano i corridoi e gli atri delle nostre tristi scuole. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento sessantesima”

Le gioie dell’insegnamento cinquantanovesima

Sbalzi d’umore

di Marika Marianello

bipolarism_

La scuola a volte va bene, a volte va male. Perché la scuola è fatta di giorni.

Giorni buoni.

Giorni cattivi.

È fatta di ore, di minuti, di istanti. Di sguardi, di voti, di pianti, di crisi isteriche, di gratificazioni e giustificazioni. Di dettagli. Tantissimi, innumerevoli, infiniti dettagli. Un grande calderone dove insegnanti, bidelli, genitori, segretarie, assistenti e dirigenti entrano in gioco con tutta la loro personalissima storia endocrina. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento cinquantanovesima”

Le gioie dell’insegnamento cinquantottesima

Il rientro dopo le vacanze

di Marika Marianello

SANTAMUERTE

Eh sì, ogni fine è un nuovo inizio: è questo lo spirito giusto con cui affrontare il rientro tra i banchi di scuola a gennaio, dopo il reggaeton, lo ziguiriguidum e i namasté della cogestione più allegra e divertente cui abbia mai preso parte, e dopo la febbre, la tosse e i compiti per le vacanze di Natale più mucose della storia. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento cinquantottesima”

Le gioie dell’insegnamento cinquantasettesima

Aggiornamento Axios

di Marika Marianello

NONNI-DIGITALI-1

L’altisonante nome di origine greca Axios, con cui si indica comunemente il software per il registro elettronico di classe, significa (e non serve aver studiato né il latino né il greco per scoprirlo, tanto c’è Google) degno, meritevole e, al contempo, assioma. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento cinquantasettesima”

Le gioie dell’insegnamento cinquantaseiesima

I Polémica e i Paciencia

di Marika Marianello

rompicojoni

Quando i Polémica entrano in classe — non importa dove siedano, se al primo banco o all’ultimo, se nella fila di destra o in quella di sinistra, se accanto al muro o alla finestra — hanno solo un obiettivo: rompere i cojoni ai Paciencia. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento cinquantaseiesima”

Le gioie dell’insegnamento cinquantacinquesima

Tappabuchi

di Marika Marianello

crazy for football

Buongiorno ragazzi e ragazze, non disperate: sarò con voi solo fino a che la vostra professoressa non si libererà da un colloquio coatto con un genitore. Nel frattempo, nel timore che vi rompiate la testa a gratis o vi malmeniate a morte o vi insultiate impunemente, mi hanno chiesto di farvi da baby sitter: sebbene siate a un passo dalla maturità, anzi, a un anno, per l’esattezza, sapete che fidarsi è bene, ma non fidarsi degli adolescenti degli Istituti Tecnici di periferia è sempre meglio. Continua a leggere “Le gioie dell’insegnamento cinquantacinquesima”