Le gioie dell’insegnamento ottantottesima

Giovinezza

di Marika Marianello

beverlyinps

Senti collega, visto che sei giovane e impreparata, dall’alto della mia vetusta e consolidata esperienza centenaria di docente entrata di ruolo durante l’era protozoica, posso darti un consiglio su come devi procedere?

Senti collega, visto che sei giovane e inesperta, va bene se forte della mia flessibilità da Bronzo di Riace ti tratto come una cretina buona a nulla?

Senti collega, visto che sei giovane e principiante e non hai figli e devi fare esperienza, vai tu in gita 6 giorni aggratisse con la classe che hai appena preso e conosci appena? È che abbiamo assolutamente bisogno di indicare un docente capro espiatore e accompagnatore, altrimenti poi i genitori si lamentano del fatto che qui non si organizzano uscite didattiche e calano le iscrizioni… E poi so’ rotture de cojoni infinite…

Senti collega, visto che sei una giovane, candida e sprovveduta timorata di Dio e non conti un cazzo, ti disturba se non teniamo minimamente in considerazione la tua opinione? Altrimenti possiamo paventare un finto interesse giusto per salvare le apparenze e celare la vastità del cazzo che ce ne frega: dimmi tu!

Senti collega, dal momento che sei l’ultima arrivata e per giunta precaria, ti spiace se ti consideriamo una novellina, ingenua, mezzo incapace e incompetente, anche se hai quasi quarant’anni, un piede nella fossa dell’invisibilità, i capelli bianchi e le rughe d’espressione?

Senti collega, visto che hai l’anello al naso — e che ti sta così bene — abbiamo fatto una colletta per regalarti ’sta sveglia da metterti al collo, così quando ti prendiamo per il culo o parliamo male di te alle tue spalle ci sentiamo meno in colpa.

Senti collega, posso scriverti Gioconda in fronte? E magari ti faccio pure due buchetti all’altezza delle rotule così pisci meglio dalle ginocchia.

Il vantaggio di essere diversamente giovani nella scuola pubblica di oggi.

pensione

 

Annunci