Le gioie dell’insegnamento quarantacinquesima

Adeus Adeus

di Marika Marianello

caos

Buongiorno Professoressa, baciamo le mani: abbiamo saputo che ha preso la cintura di Professora di Capoeira. Congratulazioni! Altro che Concorso, abilitazione, TFA, mobilità, GAE, criteri di valutazione e chi più ne ha più ne metta: abbiamo pronta una cattedra nuova di zecca tutta per Lei, affinché possa mettere subito in pratica gli insegnamenti di una vita da precaria degna di onore e gloria come Le si conviene.

Grazie Preside, come sempre, molto umana, dall’alto del suo autoritarismo dispotico ed esasperato.

Si figuri, Professoressa, sa che Noi valutiamo e premiamo il merito.

Voi… chi, Preside?

Noi, Pluralis Maiestatis. Noi personaggi influenti e importanti, Noi Dirigenti, Noi Sovrani, insomma, amiamo usarlo. Ma piuttosto, parliamo di Lei: come si sente, ora che è una Profesora a tutti gli effetti?

Bene, Preside: ho incassato un paio di schiaffi, con diplomazia e Voltaren, com’è giusto che sia in certe solenni occasioni, e ne è valsa la pena, oh se ne è valsa la pena. Soprattutto ora che col fiato spezzato e le tensioni cervicali comincio ad intravedere la luce in fondo al tunnel degli adempimenti scolastici di fine anno, in mezzo al caos scomposto e alla frenesia demenziale degli ultimi giorni di scuola, dove insegnanti sfruttati, malpagati e frustrati, repressi e derisi, stanchi e picchiati, tirano fuori il peggio di sé, quel dark side rimasto all’ombra del sorriso di circostanza durante i mesi del profitto scolastico, e dove i ragazzi, d’altro canto, si crogiolano mesti, abbattuti, afflitti e paraculi nel loro disagio adolescenziale ed esistenziale da Blue Whale.

Un tripudio vittorioso, insomma, Professoressa.

Sì, Preside, la grande Gioia di realizzare che l’anno scolastico stia davvero finendo, che non è il miraggio di un’oasi nel deserto né una Chimera mitologica. Quando neanche il personale ATA ti si fila più, vuol dire che la scuola sta definitivamente per chiudere i battenti.

Manca il rettilineo finale: le mancherà la scuola, Professoressa?

Di sicuro mi mancherà lo stipendio, Preside, una stabilità contrattuale e professionale, e quella sensazione a fine mese di essere utile alla società, di avere un’identità, insomma, un profilo, ecco, oltre a quello Facebook, s’intende.

Suvvia, bando alla malinconia, Professoressa, ha la sua cintura di Profesora d’arti marziali con cui consolarsi. E poi il valore della sua missione va ben oltre questi volgari discorsi materialisti sulla retribuzione e sull’identità professionale. Pensi agli studenti e a tutto ciò che ha seminato: d’altronde agli insegnanti non è permesso né vedere né assaporare i frutti del proprio lavoro. Men che meno ai precari, che sono un po’ delle banderuole al vento, delle meteore, delle stelle cadenti, delle rose che sbocciano, splendono e appassiscono in appena nove mesi di scuola, effimeri, fugaci, transitori, di passaggio. Deve consolarsi al pensiero che magari, dico magari, tra dieci anni un ragazzo o una ragazza si ricorderà di Lei e dei du’ cojoni che gli ha fatto con Cervantes, le figure retoriche o quella gran mignotta della Celestina.

Che splendide parole, Preside. Grazie davvero, non resisto, mi sto commuovendo…

Immagino si sia preparata un discorso di ringraziamento per il grande riconoscimento che le è stato conferito e uno di commiato per queste aule di Roma Sud, vero Professoressa?

Certo, Preside, qualcosa di estremamente struggente e toccante che Le invierò insieme alle quindici relazioni finali, ai programmi svolti e ai sondaggi di autovalutazione dell’Istituto.

Molto bene, Professoressa: li attenderò con grande ansia.

Gentilissima, Preside. Un pizzico d’ansia in più, del resto, è proprio quello che ci manca a scuola.

Concordo: siamo sempre troppo rilassati, in effetti.

Mi congedo, ossequiosa, Preside.

Baciamo le mani.

Tocchiamo la gobba.

Gobba

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...