Le gioie dell’insegnamento prima

Il primo giorno di scuola pubblica

di Marika Marianello

fotoscuolaPrima ora di lunedì mattina, ovvero h8.10-9.10: ti sei alzata alle 5:50, orario che tu sei solita vedere nella sveglia quando ti corichi, semmai, non certo quando ti svegli.

Entri in classe così come mamma ti fece, senza un registro, una lista di nomi, una password per il registro elettronico, un libro di testo, un programma da seguire. Manco ‘na bic te sei portata, pivella. Varchi la soglia della 3aA e trovi quello che più o meno sapevi ti avrebbe aspettato al di là di quella porta: la giungla. Variopinte bestioline incolte e in piena botta ormonale, peluria sopra il labbro, esplosioni di seni acerbi sotto le magliette, brufoletti ingialliti e unghie finte a gogò, che lottano per la sopravvivenza della specie fino alla fatidica sesta campanella, quando tutto, dopo la tempesta, finalmente tace.

Tu sai benissimo che non sei lì per insegnare qualcosa: lo sai fin da bambina che gli insegnanti non sempre stanno seduti in cattedra per insegnarti qualcosa né gli studenti ai banchi per imparare. Sei lì perché hanno scavato il fondo delle graduatorie d’istituto, sei un nome, anzi, una nomina che non hai ancora neanche visto. Quella dell’insegnamento è una missione, già: la missione di sopravvivere anche tu fino al 30 giugno nella bolgia laurentina della scuola dell’obbligo. Tuttavia, giusto per passare il tempo, così, visto che non hai l’iPhone e ormai ti sei alzata dal letto, dopo che hai gentilmente chiesto agli studenti (cui dai del lei) di prendere posto, fatto l’appello, segnato gli assenti sulla tua moleskine personale con una penna imprestata, accuratamente evitato morti e feriti o atti vandalici gratuiti, prendi il gesso, vai alla lavagna e scrivi: “What’s your name?”

Giubilo dei ragazzi, perché quasi tutti sanno la risposta.

Del resto, l’importante è la gratificazione nell’insegnamento. Sempre.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...